L umpen presenta in collaborazione con Comune di Palermo Assessorato alla Cultura Viggo Film Cre.Zi.Plus Tipografia dell’Università Il Cinema ritrovato a Palermo 2019 direzione artistica Franco Maresco GIOVEDI’ 16 MAGGIO 2019 ORE 21 CINEMA DE SETA Cantieri Culturali alla Zisa (via Paolo Gili,4) ingresso 5 euro OMAGGIO A SERGIO LEONE A 30 ANNI DALLA MORTE PER UN PUGNO DI DOLLARI … C’era una volta il West è il film di Leone meno dialogato e dai tempi più dilatati, che coi suoi 165 minuti di durata sceglie di rinunciare all’avventura per dedicarsi completamente all’elegia.L’introduzione alla vicenda principale occupa l’intero primo atto, dura da sola cinquanta minuti ed è suddivisa in quattro blocchi. Conte, Trump e la fine dell’impunità di gregge. Conte avrà la sua maggioranza (forse), l’Italia avrà un governo più debole. In quel primo articolo per questo giornale c’erano già tutte le ragioni per cui, un anno dopo, abbiamo deciso di occuparci in modo più sistematico di questi temi. Politiche attive del lavoro e formazione. Sergio Leone, tutto quello che c’è da sapere sul leggendario regista italiano. Il maestro racconta la sua gavetta con Vittorio De Sica e i registi americani a Roma, l'incontro con Clint Eastwood e il suo odio per il sigaro toscano. Dieci anni prima di Stanley Kubrick, che abbiamo celebrato poco tempo fa.Entrambi giganti del cinema, entrambi scomparsi troppo presto. s = b.getElementsByTagName(e)[0]; if(window.initADV){ Ne mancano 28, cioè esattamente l’80% del numero totale dei senatori del Pd, partito che ha tuttavia la metà dei ministri nel governo. Perché non è rimasto più nulla del Partito Comunista Italiano. Con il voto in Senato la crisi di governo potrebbe essere chiusa, quella politica ancora no. fondamentale per il nostro lavoro. La crisi c’è ma nessuno sa come uscirne, né chi l’ha provocata né chi l’ha subita. È morto Danny Aiello, italoamericano al cinema per Sergio Leone e Spike Lee. Si dimenticano di fare quello che sentono così come si dimenticano del pubblico. Il Covid non ha colpito in modo uguale il mondo della cultura. Nel giorno del secondo impeachment, Trump è rimasto alla Casa Bianca. È la quarta partita stagionale che viene posticipata e il rischio è che nei prossimi giorni, nelle prossime settimane, da qui al termine della stagione, ce ne siano altre. Prima della morte, infatti, Ennio Morricone ha vinto prestigiosi premi. Cercavo solo di stare al caldo”, Giornata della Memoria 2021, “Se questo è amore”: tra gli orrori di Auschwitz l’amore tra una prigioniera e il suo carceriere nazista. “Nella sua vita ha fatto un film vergognoso”. if(window.gdprConsent){ Nel Pd alcuni (ma non troppi) cominciano a soffrire l’immobilismo di Zingaretti. Se credi che Linkiesta e le altre testate che abbiamo lanciato, Europea, Gastronomika e la newsletter Corona Economy, così come i giornali di carta e la nuova rivista letteraria K, siano uno strumento utile, questo è il momento di darci una mano. In compenso Leone con la sua determinazione che assume quasi i toni della prepotenza, ricalca i contorni e i contenuti della classica figura dell’ “autore” da controllo totale dell’opera. Sembrava il seguito del seguito del seguito di Nashville di Robert Altman; col candidato del Replacement Party diventato presidente sconfitto e in disgrazia (potrebbe interpretarlo il Tim Robbins di Bob Roberts, dopo tantissimi Big Mac). Candice Bergen è invece quella che fa le cose che ci si aspettano (stiamo parlando del 1981, per carità: oggi no, oggi non esistono aspettative, giammai) dalle donne: sposarsi, figliare. 3 gennaio 1929 - 30 aprile 1989. } if (!f._fbq) Ci resta il suo radicalismo schietto, forse un po’ goffo ogni tanto, ma ai massimi livelli di sincerità. La quarta gamba del governo Conte azzoppata dal giustizialismo grillino. Ci restano scene memorabili come il triello de Il Buono il Brutto il Cattivo, disturbanti come lo stupro di Deborah in macchina da parte di Noodles o discorsi memorabili come quello sul classismo della rivoluzione che fa il peone messicano Juan al bombarolo irlandese Sean in Giù la testa e che vale da sola la nostra gratitudine eterna: «Rivoluzione? Una piccola somma ma fondamentale per il nostro lavoro. Renzi ha tirato troppo la corda, governo in cerca di nuovi Scilipoti a rotelle. Non solo con Trump. E un discorso più da televenditore che da golpista e poca gente a salutarlo, tra loro i parenti. Per il brand di articoli di abbigliamento sportivo più importante del mondo, la situazione non è semplice. I segnali di un risveglio dell’attivismo dei lavoratori sono diversi e si muovono tra le due sponde dell’Atlantico. In quel film lì Jacqueline Bisset è, delle due amiche, l’intellettuale. console.log('FB revoked'); Divertenti i ricordi di bambino con un Blasetti ostentatamente fascista anche a Mussolini morto, la comparsata come frate in Ladri di biciclette con la tunica che si squaglia sotto la pioggia rovinandogli il maglione rosso e il taccagno Vittorio De Sica che non vuole ripagargli alcunché. Chi era Ennio Morricone causa morte e che malattia aveva. I cosiddetti Florida Men (maschi bianchi disturbati che fanno cose strane) attendono il loro guru. Sicuramente, magnificamente orchestrati. Autore di sole sette pellicole, talmente onesto verso il pubblico e verso se stesso da essere capace di prendersi silenzi artistici lunghi un decennio, di dire dei No che nessuno avrebbe avuto il coraggio di dire, di mettere in riga attoroni hollywodiani pieni di sé e di dare fiducia ad altri che invece venivano emarginati dal mainstream, Sergio Leone ha ribaltato il destino del cinema mondiale contemporaneo come probabilmente nessun altro ha saputo fare. Senza la bolla, la Nba è ancora alla ricerca della formula giusta per finire indenne la stagione. Parlano e mangiano! (biografieonline.it) Il padre Vincenzo Leone, noto con lo pseudonimo di Roberto Roberti, era regista del cinema muto; la madre Edvige Valcarenghi, era attrice di vaglia in quel periodo (in italia nota come Bice Valerian). L’America è tornata con una vicepresidente, Kamala Harris, che per la prima volta è donna e nera e soprattutto in gamba. Si sa che Tommaso Nannicini – senatore del Partito democratico sempre molto autonomo – ha votato la fiducia “per disciplina di partito” e certo anche perché contrario a una crisi: e però non è solo lui a reclamare una discussione un po’ meno legata alla contingenza. Ancora una volta, va detto come fatto oggettivo, la magistratura entra con tutto il suo peso in una delicatissima crisi politica che è ancora lontana dall’essere chiusa. Eretico, per questo, ma anche rivoluzionario. Trump, presidente della Worst Generation«Questi baby boomers, ora a fine carriera, sono validi contendenti per il titolo di Worst Generation. Sempre in una di quelle geniali conversazioni con Simsolo, possiamo leggere un’altra dichiarazione di poetica che non lascia spazio a riletture: «Non me ne frega nulla. Sergio Leone e il suo cinema ritratti da Nathan Milliner. Dacci una mano! Sede Legale: Via Brera 8 – 20121 Milano Numero di partita IVA e numero d’iscrizione al Registro Imprese 07149220969 del Registro delle Imprese di Milano Registrazione presso il Tribunale di Milano, n. 293 del 26 Maggio 2010, Fai clic qui per condividere su Twitter (Si apre in una nuova finestra), Fai clic per condividere su Facebook (Si apre in una nuova finestra), Fai clic qui per condividere su LinkedIn (Si apre in una nuova finestra), Fai clic per condividere su Telegram (Si apre in una nuova finestra), Fai clic per condividere su WhatsApp (Si apre in una nuova finestra), È arrivato Linkiesta Forecast + New York Times, Perché l’inverno glaciale di gennaio conferma il climate change. In queste ultime settimane sono stati questi i commenti più comuni sui gruppi social di negazionisti del mutamento climatico. Ieri si è saputo che Mitch McConnell ha detto ai suoi senatori di essere contento dell’impeachment di Trump, perché è giusto e perché sarà più facile tagliarlo fuori dal partito, e, Donald Trump è andato in gita. La teologia dopo Auschwitz, secondo Johann Baptist Metz. Iniziano così tutte le ultime volte. Ma che cosa abbiamo fatto per meritarci la trap? Trump soffre per Lady GagaLa Guardia nazionale ha chiuso i ponti che collegano la capitale con la Virginia. Lì nel 1836 Davy Crockett fu massacrato dall’esercito messicano; dopo, il grido di guerra delle truppe del generale Sam Houston all’assalto fu «ricordatevi di Alamo», eccetera. Ecco come saranno i nuovi e agguerriti sindacati degli anni Venti. A trovare il monumento alla sua presidenza e alle sue politiche anti-immigrazione, il tragico muro col Messico (secondo Trump lo avrebbe dovuto pagare il Messico ma non è successo). fbq('init', '849436161755080'); Sergio Leone è morto il 30 aprile 1989 a soli 60 anni a causa di un attacco di cuore. Prodigi della matematica parlamentare. document.addEventListener('gdpr-initADV', loadAsyncFB, false); Linkiesta.it S.r.l. La notte del 30 aprile 1989, il regista romano morì all'improvviso a causa di un infarto. Dieci anni prima di Stanley Kubrick, che abbiamo celebrato poco tempo fa. «Lo scopo del lavoro è guadagnarsi il tempo libero», come diceva Aristotele la storia dell’umanità è stata sempre anche questo, una lotta per rendere la vita meno dura, il tentativo di rendere non solo più remunerative ma anche meno faticose le ore di lavoro, meno lunghe, quello di allungare il tempo da dedicare alla famiglia, ai rapporti, allo svago, di migliorarlo anche qualitativamente. Sala contro Fontana: “Mostri i dati invece di buttarla in rissa. Salviamo il pianeta da negazionisti e anticapitalisti. E non aveva certo intenzione di andare in pensione anticipata: poco prima… È morto nella notte in una clinica romana per le conseguenze di una caduta il premio Oscar Ennio Morricone. “Spaghetti-western” sì, ma gli americani non erano offensivi nel coniare il cosiddetto sottogenere o nuovo genere, come invece fu la solita critica italiana snob ed elitaria. Entrambi giganti del cinema, entrambi scomparsi troppo presto. if (f.fbq) Attorno alle quattro del pomeriggio, un grande quotidiano ha avviato una diretta Facebook annunciando dichiarazioni del presidente Conte, per richiuderla quattro minuti dopo senza che nessuno fosse comparso. Impeachment, la settima bancarotta di Trump e altre cose degli ultimi giorni dell’incubo americano. svolgiamo un servizio pubblico. C’è suspence fino a domani sera (poi parte e si insedia Joe Biden). Quando nel mio schermo irrompe l’avanspettacolo del Senato, sono immersa da ventiquattr’ore in Yasmina Reza. Un Leone artista a tutto tondo, immenso, totale. Questa è una scena dal film del 1966 di Sergio Leone “il Buono, il Brutto e il Cattivo”, nota come “l’estasi dell’oro”. Il Covid-19 continua a pesare sulla produzione industriale italiana, ben oltre le attese degli analisti. Il suo nome è associato a espressioni chiave potenti come «la nuova teologia politica», «la teologia dopo Auschwitz», «compassione», «mistica degli occhi aperti», memoria passionis. Peter Gomez, Gentile lettore, la pubblicazione dei commenti è sospesa dalle 20 alle 9, i commenti per ogni articolo saranno chiusi dopo 72 ore, il massimo di caratteri consentito per ogni messaggio è di 1.500 e ogni utente può postare al massimo 150 commenti alla settimana. Uno che non riesce nemmeno a far entrare Clemente Mastella al governo, fallendo un rigore senza portiere, come può scrivere un Recovery plan che non sia respinto dalle istituzioni europee; come può organizzare una campagna di vaccinazione nazionale per immunizzare il paese; come può, insomma, rimettere in carreggiata l’Italia che sotto i suoi occhi è prima per numero di morti, per misure restrittive e per decrescita economica? È triste. E intanto che fine ha fatto la povera gente? Abbiamo deciso di impostare questi limiti per migliorare la qualità del dibattito. Si tratta di un famoso produttore cinematografico e regista italiano. Diventate utenti sostenitori cliccando qui. Il suo libro è già stato classificato come il più provocatorio del 2021, il suo flusso di pensieri, che scorrono ininterrotti pagina dopo pagina disturba e coinvolge. La cupezza e l’ansia degli ultimi giorni di Donald Trump vengono ogni tanto rischiarate da veri sprazzi di intelligenza, o almeno da buone idee per prendersela con qualcuno. Giuseppe Conte è andato al Quirinale a ribadire che non rinuncerà al biglietto della lotteria vinto nel 2018 né alla congiunzione astrale che l’ha incomprensibilmente tenuto a Palazzo Chigi col cambio di maggioranza del 2019. 3 Lauree Honoris Causa, 10 David di Donatello e altrettanti Nastri d’Argenti; 3 … Ciò che è avvenuto a Washington il 6 gennaio ha suscitato reazioni e analisi sulla fragilità della democrazia statunitense – e più in generale la fragilità dei sistemi democratici nel mondo – sottoposti a stress crescenti e a sfide a cui gli Stati nazionali e le organizzazioni internazionali nate dopo la seconda guerra mondiale, per evitarne gli orrori, non hanno saputo e potuto dare delle risposte adeguate. Dodici anni dopo la prima è ancora viva, ma l’identità è in crisi. Due giorni fa aveva chiuso le porte, ieri le ha riaperte seppure in modo da far invidia a Bisanzio. console.log('FB granted'); Quella strana miscela di ritmi minimalisti, voci distorte e lingua da pseudo-gangster di periferia che andava sotto il nome di “trap”, sembrava soltanto l’ennesimo sottoprodotto del mondo hip hop, vicolo cieco di una delle tante variazioni di un genere già in declino. E lui in questo cortocircuito ci sguazzava felice come un bambino in una pozzanghera. Ecco la tua rivoluzione! A proposito la celebre descrizione della recitazione di Clint Eastwood è riassunta esattamente in “tre espressioni”: “con sigaro, con cappello, senza cappello”. Un classico memoir biografico, domanda su domanda, in ordine cronologico: fanciullezza ad osservare il padre regista ostacolato dal fascismo; adolescenza alla Vitelloni con il film Viale Glorioso che mai si farà; adulto “precoce” diventato prestissimo l’ “assistente alla regia più richiesto d’Italia”; infine i successi (Per un pugno di dollari, su tutti) che sembrano già impressi nella visionarietà del nostro prima che si realizzino, felici intuizioni tecniche, poetiche, formali che potrebbero rasentare la pignoleria di Kubrick e Tarantino messi insieme. Spero che qualche timidezza di troppo con i nostri alleati sia dettata solo dall’emergenza». La carriera. Io so quello che dico, ci son cresciuto in mezzo, alle rivoluzioni. “Ha rappresentato solo la logica conclusione di centinaia di western insopportabilmente imbecilli”. } else { Con John Ford, si guarda alla finestra con speranza; io mostro qualcuno che ha paura di aprire la porta. In quella summa del Novecento e dei suoi strascichi che è “Invano” (pubblicato da Feltrinelli), Ceccarelli ricostruiva un giorno in cui, durante il secondo governo Prodi, il suo giornale l’aveva mandato a seguire un vertice di maggioranza che si teneva nelle stanze dell’Udeur, il partitino di Mastella. Ma siccome ho una coscienza, però, sono un anarchico moderato e non lancio bombe». Anzi, ora non si fanno chiamare più negazionisti, bensì «realisti», coloro che osservano che tempo fa dalla finestra e poi vanno a scrivere un post aggressivo contro gli «allarmisti». !function (f, b, e, v, n, t, s) { Vedremo. Da stasera l’Italia avrà un governo più debole. E al terzo film, quando si tratta di trovare un cimitero in cui girare il celeberrimo “triello” tra Lee Van Cleef – grandi elogi per lui -, Eli Wallach – idem -, e Clint Eastwood – giudizio positivo ma senza esagerare – Leone schiocca le dita e fa ricostruire in quattro e quattro otto dai soldati dell’esercito spagnolo (allora ancora franchista) un cimitero con oltre 10mila tombe e un’arena ovale in mezzo. Indice di contagio è fatto tecnico non politico”, Amendola: “Ritorno alle urne? Il Castoro, 2002 [9788880332077], libro usato in vendita a Roma da TDT Vi preghiamo di segnalare eventuali problemi tecnici al nostro supporto tecnico Nell’ultimo film che diresse George Cukor ci sono i due modi in cui si può fare la scrittrice. Oggi esce in Italia (lo pubblica Adelphi) “Anne-Marie la Beltà”, il monologo d’un’anziana ex attrice leggendo il quale non ho, lo giuro, pensato neanche una volta a Matteo Renzi o a Giuseppe Conte. Tutti morti! Ma per fortuna sua il pubblico lo adorava. L’incredibile capacità di resistenza delle librerie nell’anno della pandemia. Non è bastata la giravolta di Giuseppe Conte per addomesticare Matteo Renzi. L’avanspettacolo del Senato, un voto di fiducia sceneggiato male e recitato peggio. In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, Di fronte ai primi rivolgimenti introdotti dal digitale la risposta della Nike era stata netta: puntare su autenticità e identità. Ennio Morricone è morto per le conseguenze di una caduta che aveva causato la rottura del femore. Se i cinema hanno registrato un crollo degli incassi (diminuito del 72%) e il fatturato dei professionisti dello spettacolo è stato quasi azzerato, il settore dei libri esce dal 2020 quasi senza problemi. È tornata con un presidente degno di questo nome, Joe Biden, un presidente americano e non antiamericano come il predecessore in fuga in Florida al suono di My Way. La mattina del 1 maggio del 1989, tutti loro si svegliarono orfani di qualcosa di molto raro, qualcosa che lui aveva e che avevano in pochi altri: la capacità straordinaria di far collidere e di far esplodere tre elementi che per altri sono sempre stati contraddittori: la perfezione formale ereditata dalla pittura, la ricerca del dettaglio iper realista che ha il sapore quasi del documentario e la più assoluta, crassa e goduriosa strafottenza di fronte alle gabbie e alle regole dei generi. I commenti saranno pubblicati dopo essere stati letti e approvati, ad eccezione di quelli pubblicati dagli utenti in white list (vedere il punto 3 della nostra policy). Ci manca in quella sua capacità assoluta di essere fedele a se stesso, di non voltar mai faccia alla propria libertà, di sapere dire No e di sapersi prendere il tempo che serve per partorire i veri capolavori. Ma la morte di Leone fu ancora più dura da mandare giù, perché il regista aveva solamente sessant'anni. Data di morte di Sergio Leone. «Abbiamo apprezzato molto che al secondo giorno di guida del gruppo l’ad di Stellantis Carlos Tavares non solo fosse in Italia ma abbia anche voluto incontrare i sindacati italiani». A rischio i soldi del Recovery”. Conte cercherà deputati e senatori responsabili, responsabilissimi almeno quanto i colleghi americani che pochi mesi hanno preferito non rimuovere Trump dalla Casa Bianca per non interrompere l’emozione del Cialtrone in Chief al governo, con i risultati ormai noti. Certo, l’ammirazione per il cineasta Leone è infinita. Come sempre nei biopic l’aneddotica si spreca. t.async = !0; Il Financial Times se lo chiede in modo esplicito: “Can Nike Keep Its Cool?”. Vedremo i voti al Senato che saranno sotto la maggioranza assoluta. Nei primi anni Duemila in Europa – intesa sia come Unione europea (allora composta da quindici Paesi) sia come generico insieme delle comunità nazionali o subnazionali che si sentivano volenterosamente parte del vecchio, caro continente – c’era una enlargement fever che pareva inestinguibile. Metz non è solo una città francese sulla Mosella, ma anche il nome di un teologo tedesco che ha acquistato una fama mondiale: Johann Baptist Metz. Si salvano solo due nomi. Finiscono per perdere originalità e autenticità». È un Sergio Leone talmente schietto, quello che appare nel lunghissimo e prezioso libro/intervista C’era una volta il cinema (Il Saggiatore), da risultare perfino insolente. Per favore, non parlarmi più di rivoluzione… E porca troia, lo sai che succede dopo? Centoquaranta i voti contrari. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. Primo fra tutti, oltre all’Oscar alla Carriera, il Polar Music Prize nel 2010, che altri non è che il “premio Nobel” del mondo musicale. Trump sceglie chi perdonareIeri, mentre il Campidoglio di Washington veniva sorvegliato da più militari di quelli che sono ora Afganistan, Iraq e Siria messi insieme, il presidente uscente decideva quali finanziatori suoi e clienti dei suoi avvocati perdonare prima della partenza. Steven Spielberg? I soldati arrivati a proteggere l’insediamento di Joe Biden e Kamala Harris sono più di 25 mila; tra loro ci potrebbero essere golpidioti delle milizie suprematiste, o di QAnon. Non in linea con il boom di accessi. Quelle previsioni purtroppo (o per fortuna, a seconda dei gusti) erano sbagliate. Chi era Ennio Morricone causa morte e che malattia aveva L’Italia e il mondo piangono un grande compositore: è morto Ennio Morricone. Originale e autentico, due doti che in un mondo finto e perennemente in posa come quello del cinema sono spesso guardate di sottecchi: «Nell’ambiente cinematografico, l’amicizia raramente è sincera», disse un’altra volta, precisando: «Sono gentile con i cortigiani, è più sprezzante che mandarli a quel paese». «Ma avete visto che nevicate record in Italia?». Sergio Leone ci manca come ci mancano i grandi maestri, quelli che non ammiccano a nessuno, quelli che conquistano con la potenza della propria voce e del proprio stile e che, in confronto ai tanti nanerottoli che occupano le sale di oggi, sono colossi. Ecco come la pandemia ha cambiato il mercato del lusso. Si è già detto anche questo. I cinque punti di Base Italia che un governo capace affronterebbe subito. Con tutta la sua generazione di baby boomers, nati tra il 1946 e il 1964, vissuti – in occidente – meglio di chiunque altro nella storia umana. Un patto di legislatura responsabile, senza Conte e Casalino. Calenda non sa che “I promessi sposi” li ha scritti Mastella (per non parlare della bufala). Lo chiamavano Trinità…? fbq('consent', 'revoke'); Sono questi i due punti centrali del capitolo lavoro all’interno della missione “Inclusione e coesione” del Recovery Plan italiano approvato dal governo e ora al vaglio del Parlamento, prima di essere inviato a Bruxelles per il via libera da parte della Commissione europea. E se lo fa, si becca una pallottola in fronte». Sergio Leone è stato, a suo tempo, ingiustamente accusato di aver troppo elogiato la violenza nella sua messa in scena. La moda stupida di definire “geni” le donne che scrivono libri normali. Secondo le previsioni più ottimiste, avrebbe dovuto durare poco. Actor E poi i più furbi di quelli che leggono i libri si siedono intorno a un tavolo, e parlano, parlano, e mangiano. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, Dall’inizio della stagione – lo scorso 22 dicembre – lega di basket americano deve fare i conti con le difficoltà di organizzare una stagione di 72 partite – ridotta rispetto alle 82 solite – con squadre costrette a viaggiare per tutti gli Stati Uniti da costa a costa, giocando una partita ogni due giorni (a volte anche meno), con i casi di contagio che ancora registrano numeri molto alti: la scorsa settimana per la prima volta ci sono stati 4mila morti per Covid in un solo giorno negli Stati Uniti. Per questo ti chiedo di sostenerci, con un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana. Sergio Leone. In un momento drammatico come questo «bisogna avere una compagine che si occupi di governare l’emergenza con provvedimenti efficaci e che prepari il rilancio del Paese». E ora è tutto in alto mare, nella disperazione dei parlamentari di ogni tipo e colore che sono costretti a prendere in considerazione che la strada delle elezioni, pur non voluta da nessuno, torna a farsi minacciosa. Chi era Ennio Morricone e quali sono state le cause della sua morte? Il 18 gennaio 2021 il tribunale ha deliberato in violazione della legge l’arresto di Alexey Navalny e l’ha rinchiuso nel carcere di detenzione preventiva Matrosskaya Tishina. “L’unica libertà è dire no”, spiega perentorio a Simsolo. n.version = '2.0'; L’opera di Johann Baptist Metz (1928–2019)” di Andreas R. Batlogg S.I., che compare sul prossimo quaderno della rivista La Civiltà Cattolica. Domani al Senato si decide se continuare l’esperienza di governo Conte, con gli attuali ministri – o al massimo con due o tre nuovi per sostituire i dimissionari di Italia viva (e per dare poltrone ai costruttori): il sostegno sarebbe garantito da Cinquestelle, Partito democratico e Liberi e Uguali, oltre che, appunto, dai costruttori. Danzando con la morte di Christopher Frayling, ed. Alla società rimane una sfida impossibile: far quadrare i bilanci, mantenere fede al proprio marchio e cercare di andare incontro alle nuove richieste della clientela. Al massimo ho pensato a “La valigia dell’attore” di De Gregori («Eccoci qua: siamo venuti per poco, perché per poco si va»). E poi c’è ancora qualcuno che vuole chiedersi perché il regista romano non era amato ancora in vita in Italia, e faceva una discreta fatica a trovare fondi per produrre film da metà anni settanta in poi. Perché “l’ultima volta” di Kobe non è stata come tutte le altre. Al di là della nostalgia, a trent’anni dalla sua morte, di Sergio Leone ci resta tutta la ricchezza e l’umanità che è riuscito a trasferire nei suoi film. Lo chiamavano Trinità…? È la posizione espressa da Base Italia, associazione fondata da Marco Bentivogli, ex segretario dei metalmeccanici Cisl, e dal filosofo e accademico di Oxford Luciano Floridi, che in un comunicato chiedono «un governo all’altezza della situazione». Avere un governo non è sufficiente. Gli aggettivi andrebbero dosati con parsimonia e prudenza, ma di fronte al romanzo esordio di Katharina Volckmer, “Un cazzo ebreo” (La Nave di Teseo), sia la prima che la seconda risultano inadatte. E aggiunse: «La mia natura è pessimista. Quelli che leggono i libri vanno da quelli che non leggono i libri – i poveracci – e gli dicono: “Qui ci vuole un cambiamento!” e la povera gente fa il cambiamento.